• Consulenza esperta per evitare perdite da oleodotti e gasdotti

Default Alternative Text
Le norme, le best practice e le soluzioni per il rilevamento delle perdite delle condotte possono offrire un vantaggio competitivo sul mercato.

Centinaia e migliaia di km dioleodotti e gasdotti trasportano petrolio e gas attraverso diverse regioni del mondo, dai climi artici a quelli equatoriali, fino alle profonde regioni sottomarine a grande distanza dalla terraferma. Con la continua crescita nella domanda di combustibili, le aziende continueranno ad esplorare e sfruttare ulteriori aree del pianeta, creando la necessità di sempre più oleodotti e gasdotti per trasportare gli idrocarburi dai giacimenti alle raffinerie e quindi ai consumatori.

Evitare costi inutili
Di conseguenza le compagnie petrolifere e del settore del gas hanno la responsabilità dell'estrazione e del trasporto di grandi quantità di combustibili attraverso oleodotti e gasdotti, senza causare danni ambientali. In tale ambiente, le infrastrutture di oleodotti e gasdotti monitorate in modo errato possono aumentare i costi e i rischi di danni agli habitat naturali circostanti e alle comunità in caso di perdite.

Best practice e soluzioni per il rilevamento delle perdite

Il rilevamento delle perdite è un prerequisito per un funzionamento sicuro e redditizio. Le norme e le innovazioni più recenti possono ridurre al minimo i pericoli di perdite dagli oleodotti e dai gasdotti. L'adozione delle best practice relative alle perdite da oleodotti e gasdotti può aiutare le aziende a diventare più concorrenziali in un mondo intercollegato, in cui le persone si preoccupano dellasostenibilità.

Una soluzione comune per il rilevamento delle perdite, il c.d. computational pipeline monitoring (CPM), offre agli operatori la capacità di identificare le perdite e le perdite potenziali più rapidamente e con maggiore precisione. I sistemi CPM aiutano i controllori a sfruttare i dati sul campo in tempo reale e a stimare il comportamento idraulico del prodotto che viene trasportato e a rilevare le anomalie operative, che potrebbero segnalare l'esistenza di una perdita dell’oleodotto o gasdotto.

I sistemi CPM forniscono avvertenze relative a perdite dell’oleodotto o gasdotto esistenti e possono aiutare a prevedere potenziali perdite.

Tuttavia il modo in cui i sistemi CPM rilevano le perdite di oleodotti e gasdotti può variare. Prima di selezionare un sistema CPM, gli operatori di oleodotti e gasdotti dovrebbero valutare le specifiche caratteristiche della condotta, gli obiettivi aziendali, i fattori di rischio e le criticità in materia di sicurezza, come la prossimità ad aree urbane o ecologicamente sensibili. Gli specifici fattori da considerare includono:

  • Quantità di falsi allarmi e incidenti mancati
  • Sensibilità alle condizioni di flusso della condotta, come blocchi temporanei, ostruzioni, avvii e interruzioni
  • Impatto della precisione degli strumenti e della precisione di configurazione
  • Requisiti di formazione e qualificazione del personale
  • Tempo di risposta richiesto
  • Precisione e accuratezza della stima della posizione della perdita e del volume di rilascio
  • Capacità di rilevare perdite preesistenti
  • Robustezza/elevata disponibilità
  • Costo iniziale/costi di regolazione/costi di manutenzione

Le linee guida del settore e gli strumenti di valutazione consentono alle organizzazioni di valutare il loro programma di rilevamento delle perdite ed implementare una soluzione appropriata. Ad esempio, API 1149, una norma americana, viene utilizzata in tutto il mondo come best practice per l'analisi dei sistemi di rilevamento delle perdite. Inoltre queste norme aiutano i soggetti interessati a ponderare i costi relativamente ai fattori di rischio e facilitano la determinazione dei vantaggi di specifici miglioramenti dell'infrastruttura delle condotte sulle capacità di rilevamento delle perdite.

La scelta della soluzione per il rilevamento delle perdite corretta richiede una valutazione approfondita che include la ponderazione degli obiettivi ambientali della società rispetto alla sua soglia di rischio. Lo sfruttamento di una combinazione appropriata di tecnologie e processi può aiutare una società a determinare l'equilibrio corretto fra rischi e costi, per assicurare un funzionamento sicuro della condotta.

Guardate questo video per scoprire di più sulle soluzioni per oleodotti e gasdotti di Schneider Electric.
Ulteriori informazioni