• Incentivi: ecobonus

Default Alternative Text

La Legge di Stabilità 2016 ha prorogato a tutto il 2016 la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di efficienza energetica negli edifici ed ha esteso l’agevolazione a nuove tipologie di interventi.

Novità: la domotica 

Tra le novità c’è l’estensione dell’incentivo alle “Spese sostenute per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unità abitative, volti ad aumentare la consapevolezza dei consumi energetici da parte degli utenti e a garantire un funzionamento efficiente degli impianti”. 

Tali dispositivi devono:

  1. mostrare attraverso canali multimediali i consumi energetici, mediante la fornitura periodica dei dati;
  2. mostrare le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti;
  3. consentire l'accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.”

Beneficiari: 

Come per tutte le detrazioni 65% per risparmio energetico:

  • persone fisiche (compresi gli esercenti arti e professioni) (anche titolari di un diritto reale, inquilini, condomini per la parti comuni, in comodato)
  • contribuenti con reddito d’impresa
  • associazioni tra professionisti
  • enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale e purché soggetti all’IRES (non i Comuni)
  • istituti autonomi per le case popolari
  • familiari conviventi (entro certi limiti).

Si ha diritto all’agevolazione anche quando il contribuente finanzia la realizzazione dell’intervento di riqualificazione energetica mediante un contratto di leasing. 

Per quali immobili: 

Gli interventi devono essere eseguiti su edifici esistenti, di qualunque categoria catastale, compresi quelli strumentali per l’attività di impresa o professionale. 

Valorizzazione dell’incentivo: 

Detrazione dall’IRPEF o dall’IRES del 65% della spesa sostenuta, ripartita in 10 quote annuali di pari importo. Sono detraibili anche le spese di progetto e amministrative. 

Per approfondire ulteriormente l’argomento, si veda la più recente edizione della Guida dell’Agenzia delle Entrate “Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico”.