• La tecnologia wireless rivoluziona la gestione degli edifici e dell'efficienza energetica

Two business men in suits reviewing information on tablet, sustainability in business, sustainability consulting, sustainability reporting, internet of things.

La tecnologia wireless è alla base dei dispositivi mobili che utilizziamo tutti i giorni - come smartphone, tablet, laptop, GPS e altro - ma può anche favorire l'ottimizzazione delle prestazioni e dei risparmi energetici negli edifici commerciali.

Che cosa ha a che fare la tecnologia wireless con l'energia?

Secondo uno studio condotto da ENERGY STAR, gli edifici commerciali adibiti a uffici sprecano fino al 30% di energia nel gestire illuminazione, impianti HVAC e sistemi di controllo dell'umidità. Un sistema di gestione degli edifici (BMS) può contribuire a controllare il consumo di energia e, in effetti, le nuove costruzioni prevedono tali sistemi - e il relativo cablaggio - già in fase di progettazione. Tuttavia, per gli edifici esistenti e le piccole aziende è più difficile giustificare l'investimento in un BMS, anche perché il lavoro di cablaggio può creare disservizi e avere costi proibitivi.

Alcune strutture, inoltre, hanno limiti fisici per cui il wireless rappresenta l'unica soluzione logica; ad esempio, gli edifici storici, le sale riunioni con pareti in vetro o la vicinanza di altri edifici che renderebbero complessa l'installazione dei cavi.

L'implementazione di una soluzione BMS wireless offre tutta una serie di vantaggi per la gestione delle strutture e dell'energia:

  • Facilità di installazione – nessun cablaggio speciale, nessun lavoro di ristrutturazione e interruzione minima delle attività. L'installazione di un BMS wireless è più rapida e meno costosa e ciò si traduce in minori costi di proprietà e in un più rapido ritorno sull'investimento.
  • Il sistema wireless offre la massima scalabilità, grazie a protocolli di comunicazione aperti ed applicazioni che permettono di iniziare con una singola zona per espandere il sistema gradualmente. Anche gli aggiornamenti e le aggiunte sono più facili da gestire.
  • In tema di ecocompatibilità, il sistema wireless facilita il rispetto delle normative e delle direttive applicabili, e favorisce l'uso di sistemi efficienti a livello energetico.

Il wireless si è evoluto

Fino a qualche tempo fa, i sistemi wireless erano considerati inaffidabili per le applicazioni di gestione degli edifici ma la tecnologia ha ormai superato i problemi di interferenza e portata del segnale. I sistemi wireless per edifici sono anche sicuri e possono prevedere soluzioni di crittografia di livello commerciale, governativo e militare con autenticazione multilivello.

Nel mondo, gli standard wireless utilizzati nella maggioranza degli edifici commerciali sono EnOcean® e ZigBee®. Questi standard supportano dispositivi che eseguono lo stesso tipo di funzioni ma che differiscono a livello di collegamento in rete e protocolli di comunicazione.

EnOcean certifica più di 800 prodotti – la maggior parte dei quali è destinata all'automazione di edifici – e ciò ne fa lo standard più largamente supportato. Questi prodotti sono a “recupero di energia” e non hanno quindi bisogno di sistemi di alimentazione cablati o batterie: un grande vantaggio in termini sia economici che ambientali. Tuttavia, EnOcean prevede la comunicazione punto a punto e ciò significa che il guasto di un singolo link impedisce ai dispositivi di comunicare; inoltre, i dispositivi EnOcean hanno una “portata” ridotta di 30 metri.
 
Il protocollo ZigBee, invece, supporta una topologia di rete a maglia che, essendo in grado di provvedere da sola al ripristino e all'instradamento automatico, consente di ottimizzare flessibilità e affidabilità. Con una portata che può arrivare a 100 metri, permette di controllare zone più grandi con meno dispositivi. Anche se i dispositivi ZigBee hanno bisogno di sistemi di alimentazione cablati, lo standard si sta comunque evolvendo verso il recupero dell'energia. Attualmente, il numero di dispositivi che usa ZigBee è inferiore e, per i proprietari e gli operatori di edifici che scelgono questo standard, la scelta può essere limitata.
 
Una soluzione "su misura", concepita per rispondere a requisiti specifici
 
I proprietari di edifici arrivano spesso alla conclusione che la soluzione ottimale, in termini di prestazioni e consumo energetico, sia una combinazione di dispositivi cablati e wireless basati sui protocolli EnOcean e ZigBee. Una struttura, ad esempio, può affidarsi a prodotti EnOcean per il controllo dell'illuminazione e dei singoli locali ma utilizzare i dispositivi ZigBee per i controllori HVAC e di rete.
 
Le best practice che seguono possono aiutare proprietari e operatori a selezionare e implementare la soluzione di automazione più conveniente e performante:
  • Conoscere le esigenze dell'attività, gli obiettivi e il budget prima di valutare la scelta tra wireless e sistemi cablati.
  • Lavorare con fornitori che offrono un'ampia gamma di prodotti e tecnologie.
  • Implementare l'intelligenza distribuita nei prodotti di controllo dell'edificio per migliorare le prestazioni e l'affidabilità della rete.
  • Considerare i limiti locali della gamma di frequenze nel progetto del sistema.
  • Utilizzare protocolli aperti per favorire l'interoperabilità tra i fornitori ed evitare di rimanere vincolati a un solo fornitore.
Conoscendo le opzioni wireless attualmente disponibili e selezionando fornitori che offrono un'ampia gamma di prodotti, la maggior parte dei proprietari e degli operatori può permettersi di implementare sistemi di gestione degli edifici in grado di ridurre sprechi e consumi energetici, migliorare le prestazioni e offrire tutti i vantaggi di un ecosistema automatizzato e ben gestito.

Per ulteriori informazioni sulla tecnologia wireless, scaricate il white paper di Schneider Electric "Leveraging Wireless Technology to Reduce Building Energy Costs".
Approfondisci