• Default Alternative Text

    Direttive e Regolamenti

    La direttiva europea RAEE - FAQ

    1. Chi sono i destinatari della RAEE? Cosa si intende per produttori?

    I principali destinatari della direttiva sono i produttori. Sono considerati come produttori tutti quelli che:

    • Fabbricano e commercializzano apparecchiature elettriche ed elettroniche recanti il proprio marchio
    • Rivendono sotto il proprio marchio, delle apparecchiature prodotte da altri fabbricanti
    • Importano o immettono per primi sul mercato comunitario

    In particolare chi importa o "immette" sul mercato prodotti (anche se provenienti sa stati Membri della UE) si configura come produttore e ne deve prendere in carico tutte le incombenze. Un caso tipico si manifesta per i rivenditori che importano direttamente (o acquistano da importatori non "registrati come Produttori")

    2. Quali sono gli obblighi del produttore ai sensi della RAEE?

    Il produttore deve assolvere ad una serie di obblighi, ed in particolare deve:

    • provvedere alla “marcatura” dei prodotti coinvolti (simbolo del cassonetto barrato e identificazione del produttore)
    • fornire le informazioni per i centri di trattamento per lo smontaggio e trattamento dei propri prodotti
    • iscriversi al registro nazionale previsto dalla Camera di Commercio
    • iscriversi ad un organo collettivo (consorzio) per lo smaltimento
    • finanziare, attraverso tale consorzio, i costi dello smaltimento dei propri prodotti e finanziare in modo solidale con gli altri costruttori, in funzione della relativa quota parte di mercato, i costi dello smaltimento di tutti i prodotti appartenenti a quelle famiglie di cui è coinvolto per la RAEE per i quali non sia possibile identificare il costruttore
    • trasmettere periodicamente i suoi dati di vendita
    • indicare nei propri documenti commerciali (fattura) gli elementi necessari ad identificare la sua iscrizione al Registro Nazionale previsto dalla Camera di Commercio

    La legge prevede Sanzioni significative per chi disattende a questi obblighi.

    3. Quali sono gli obblighi del distributore?

    II Distributore, per i prodotti “domestici” RAEE, è tenuto a ritirare il prodotto “vecchio” in ragione di “1 contro 1” dal suo cliente.

    4. Cosa sono gli utensili industriali fissi di grandi dimensioni ai sensi della RAEE e della RoHS?

    I grossi utensili industriali fissi non rientrano nello scopo delle due direttive, è importante perciò comprendere bene il significato di questo termine.  Si tratta di macchine o di sistemi, costituiti da una combinazione di apparecchiature, di sistemi, di prodotti finiti e/o di componenti, ciascuno dei quali è costruito esclusivamente per un impiego industriale, permanentemente fissato e installato da personale professionale in un dato luogo in un macchinario industriale o in un edificio industriale per realizzare un compito specifico, ma non intese per essere immesse sul mercato come una singola unità funzionale o commerciale. (es.: centri di lavoro, macchine tessili, macchine per imballaggio ecc.).

    5. La RAEE si applica unicamente ai prodotti fabbricati e venduti in Europa?

    La RAEE deve essere adottata nelle legislazioni dei paesi membri dell'Unione Europea e applicata ai prodotti venduti in Europa, qualunque sia il loro luogo di fabbricazione. La RAEE prevede che gli stati membri possono recepirla nelle loro legislazioni introducendo modifiche per adattarla alle realtà locali. In Italia la RAEE è stata recepita con il D.lgs.25 Luglio 2005, n.151 che integra anche la Direttiva 2002/95/CE - Sulla restrizione dell'uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (RoHS).

    6. La RAEE prevede un marchio sul prodotto?

    La RAEE prevede che i produttori devono apporre sui prodotti il simbolo del “cassonetto barrato” (CEI EN 50419). Tale simbolo indica che il prodotto deve essere smaltito in modo differenziato dai rifiuti urbani e che è stato immesso sul mercato dopo il 13 agosto 2006.

    7. Come sono gestiti e finanziati gli oneri derivanti dalle apparecchiature giunte a fine vita?

    Normalmente attraverso l’adesione dei produttori ad appositi consorzi. I costi relativi (eco-contributi) possono essere integrati dal produttore nel prezzo del prodotto o addebitati ai propri clienti attraverso un prezzo visibile (“visible fee”).

    Approfondisci: Federazione ANIE

    ANIE

    Il sito della Federazione ANIE dove il Servizio Centrale Ambiente mette a disposizione le informazioni relative alle tematiche ambientali che interessano direttamente e indirettamente il settore elettrotecnico ed elettronico italiano, dalla legislazione nazionale e comunitaria di prodotto o di processo, alla normativa tecnica di prodotto.

    Vai al sito ANIE

    Approfondisci: Orgalime

    Orgalime

    Il sito di ORGALIME - Associazione Europea delle Associazioni Nazionali delle industrie Meccaniche, Elettromeccaniche, Elettriche.

    Vai al sito Orgalime