Selezionare il proprio paese/regione all'interno del menu o cliccando sulla cartina del mondo *
Country Selector Alternate Image


Comunicazione


Ufficio stampa (Comunicati e Rassegna stampa)

11/12/2014

Corimpex s.r.l. sceglie l’ ePAC Modicon M580 di Schneider Electric per il suo nuovo impianto

Le performance di controllo eccellenti e la comunicazione Ethernet nativa verso gli inverter e la rete consentono di offrire la necessaria robustezza e integrazione fra hardware e software, per creare una linea di saldatura dalle caratteristiche innovative, destinata ad ambienti particolarmente gravosi. 
 
Corimpex è una azienda leader a livello internazionale nella produzione di impianti automatizzati per la saldatura rivolti all’industria delle costruzioni in acciaio;  grazie al costante impegno promosso dal presidente Paolo Storer nella ricerca, sviluppo, innovazione e sperimentazione, unito a 30 anni di esperienza nel settore, oggi l’azienda è presente con i suoi impianti in oltre 50 paesi del mondo, producendo otto famiglie di prodotti destinate ai diversi settori di costruzione metallica.
 
L’azienda sta investendo nello sviluppo e nella produzione di dispositivi automatici per i processi strettamente correlati a quello della saldatura;  ha pertanto recentemente realizzato una nuova unità di preparazione ali ed anime, scegliendo le soluzioni di automazione Schneider Electric, ed in particolare l’ePAC Modicon M580,  per ottenere un prodotto dalle caratteristiche particolarmente innovative.
 
Controllo, prestazioni e integrazione Ethernet nativa: Modicon M580 per l’innovazione dell’automazione negli impianti Corimpex 
 
Corimpex ha scelto come controllore per l’automazione della nuova unità Modicon M580, il primo ePAC proposto sul mercato da Schneider Electric: un concentrato di innovazione che, riprendendo le caratteristiche dimensionali compatte ed ergonomiche del PLC/PAC Modicon M340, integra nuovi backplane con connessione Ethernet diretta e nativa, che permettono l’utilizzo di nuove architetture, in completa conformità con gli standard di settore ODVA e FDT/DTM.  
 
Grazie a nuove CPU con processori Dual Core di ultima generazione, si ottiene un controllo di processo ad alte prestazioni che consente di elaborare dati e sincronismo sulle comunicazioni ethernet.
 
Si tratta, inoltre, di una soluzione scalabile e massimamente personalizzabile, che offre l’opportunità di modernizzare la base installata di soluzioni Modicon Schneider Electric senza problemi hardware o software. Modicon M580 infatti è completamente integrato con le famiglie di I/O Modicon X80 (M340) e Modicon STB ed a livello software è integrato nel software UnityPRO, che consente la programmazione di tutti i PAC/PLC presenti nell’offerta Schneider Electric; questo permette a Corimpex di riutilizzare l’ingegneria e le applicazioni realizzate per altri PAC/PLC Modicon, e di beneficiare di tutti i servizi e funzionalità aggiunti nelle nuove release.
 
Marco Boffo, responsabile settore elettrico di Corimpex, spiega:  “La nuova linea di saldatura a travi con tipologia di saldatura ad arco sommerso o MIG, è una eccellenza costruttiva che comporta uno studio importante soprattutto in ambito di progettazione elettrica. Lavorando in ambienti gravosi, l’impianto è sottoposto continuamente a stress di tipo elettromagnetico; per questa ragione è necessario adottare tutte le tecniche per limitare i disturbi nonché utilizzare solo prodotti di automazione robusti con alti livelli di immunità EMC.”
 
L’impianto che si voleva sviluppare doveva essere non solo estremamente robusto, ma anche dotato di un valore innovativo sostanziale, individuato in particolare nelle potenzialità aperte dall’utilizzo  di una  piattaforma hardware, software e di comunicazione unica, in grado di unire i singoli prodotti rendendoli trasparenti tra loro.
 
“Uno dei punti di interesse per Corimpex è adottare nuovi sistemi in grado di dare valore aggiunto in termini prestazionali ai nostri impianti.  Abbiamo adottato M580 come controllore, anche perché è un dispositivo in grado di costituire un punto di accesso verso gli inverter Altivar  (Schneider Electric) connessi via Ethernet, senza rappresentare un “punto di rottura” delle reti” aggiunge Mario Gasparini, responsabile tecnico software di Corimpex.
“Adottare M580 ed Ethernet per noi vuol dire anche avere da remoto  una diagnostica più approfondita dei dispositivi, che aiuta in  fase manutentiva; inoltre, grazie al software Unity PRO, programmiamo il codice e riusciamo ad avere anche un accesso online ai parametri di lavoro direttamente sui DTM dell’Inverter. Questa funzionalità è disponibile anche con un qualsiasi browser web attraverso  il quale aprire le pagine messe a disposizione dal dispositivo, di default e a costo zero.”
 
Una soluzione per innovare, ma anche per modernizzare la base installata in modo graduale e poco oneroso
 
Un altro punto a favore della scelta di Modicon M580 è stato il fatto che ha reso più semplice il “passaggio generazionale” dalle soluzioni Modicon Premium con il quale erano stati progettati i precedenti impianti di Corimpex. La possibilità di non dovere reingegnerizzare e partire da zero nell’aggiornamento, unita anche alla possibilità di acquisire i rack I/O basati sulla gamma Premium, costituisce un’opportunità importante per chi abbia una base installata e voglia rinnovarla in modo graduale, in ottica di modernizzare impianti già funzionanti.
 
Sempre Mario Gasparini spiega: ”Per Corimpex l’utilizzo del Modicon M580 è stato un field test per ottimizzare e ri-progettare il nostro impianto senza dover partire da zero. Utilizziamo già la piattaforma Premium e dover re-ingegnerizzare e testare completamente il codice applicativo sarebbe stato troppo oneroso. L’utilizzo condiviso della stessa piattaforma Unity ha permesso un rapido riutilizzo del codice applicativo da Premium a M580; in più ci ha permesso di avere un offerta hardware scalabile per macchine semplici come per macchine più complesse permettendo una ottimizzazione dei riferimenti hardware a stock.”
 
Per Corimpex l’adozione di M580 come unità di controllo per l’automazione nella nuova linea per la saldatura è stato un primo passaggio verso un utilizzo massivo della soluzione nei nuovi impianti, che sono già disponibili e richiesti in tutto il mondo.

Giancarlo Carlucci, Product Manager Plant Solution di Schneider Electric, commenta così la collaborazione: “Siamo particolarmente orgogliosi di avere sperimentato con Corimpex le grandi potenzialità di M580. Con questo ed altri nuovi prodotti che integrano intelligenza e comunicazione nell’automazione rafforziamo la nostra posizione nel mercato, e siamo sempre più in grado di proporci come fornitore unico e partner affidabile nella realizzazione di soluzioni innovative, che rispondono a tutte le necessità di automazione e distribuzione elettrica. Con il nuovo ePAC M580 siamo in grado di fornire una soluzione scalabile e aperta a dispositivi anche di terze parti. In sostanza siamo in grado di semplificare il lavoro dei nostri clienti e aiutarli nel progettare sistemi innovativi e versatili per le presenti e future necessità”.